Farsi foto da sola: come fare a scattare foto professionali

Farsi foto da sola è ormai sempre di più una grande tentazione.

“Sarebbe bello averti sempre a portata di mano” è una frase che mi sono sentita dire spesso dalle mie clienti, da chi ha realizzato con me dai servizi di branding a quelli di famiglia fino ai ritratti personali e, avrebbe voluto belle foto professionali ogni qualvolta ne sentiva il bisogno.
“Come posso realizzare foto appetibili da sola quando tu non ci sei?”

“Mi piacerebbe saper fare autoritratti come i tuoi” o “Mi spieghi come li fai?” anche questa è una frase che ho sentito spesso dire tutte le volte che pubblicavo un mio autoritratto nei social.

La cultura moderna sta promuovendo quest’idea per cui la fotografia ormai è un’arte a portata di tutti, il fotografo non è più necessario e il web pullula di articoli e video-corsi con consigli per fare una foto perfetta in autonomia.

Ma come si ottiene una buona foto senza l’aiuto di nessuno? Come farsi foto da sola?

In questo articolo esploreremo proprio questo, come farsi foto da sola, ma come il mio solito andando in profondità e arrivando a capire che forse la domanda giusta da porsi è un’altra.

Imparerai come sfruttare al meglio le tue risorse disponibili, ma soprattutto capiremo insieme perché ti trovi qui ora a leggere questo articolo sul come farsi foto da sola.

come fare un autoritratto deborah brugnera fotografa professionista
frame da un video del percorso Guardare Oltre

Consigli utili per scattarsi foto da sola:

• Scegliere gli strumenti adatti

Io utilizzo una mirrorless, una Canon R6 mark II con un obiettivo fisso, il mio preferito è il 35mm 1.4.
Un obiettivo fisso è molto più luminoso di uno zoom, il mio consiglio è di scegliere sempre un’ottica luminosa (lo capisci dalla massima apertura di diaframma che può avere l’obiettivo che possiedi) questo perché così riuscirai a ottenere una foto luminosa anche in scarsa condizione di luce e senza bisogno di un cavalletto.
Il cavalletto è uno strumento indispensabile per realizzare un autoritratto: ti consiglio di acquistarne uno soprattutto se il tuo intento è quello di metterti di fronte alla fotocamera, che sia per una questione personale o professionale.
In questo caso per farsi foto da sola è utile avere anche un telecomandino così non risci di dover fare avanti-indietro ad ogni scatto o posizionarti in fretta e furia con l’ansia dello scadere dei 10 secondi.
E se per fare una foto da sola volessi usare lo smartphone? Ok, lo puoi fare, molti smartphone hanno delle fotocamere buone, ma con la consapevolezza che l’immagine risulterà comunque piatta rispetto a una realizzata con la fotocamera, oltre al fatto che non sempre avrai una buona qualità di immagine soprattutto in scarse condizioni di luce.
Rifletti quindi sulla finalità e sul risultato delle foto che vuoi ottenere.
Anche qui consiglio un eventuale cavalletto e di evitare l’uso della fotocamera frontale dello smartphone, perché ha di base una risoluzione inferiore.

• Osserva la luce

Questo può sembrare un punto scontato, invece è la chiave della fotografia.
Io cerco di utilizzare sempre la luce naturale, non mi piacciono i flash e l’effetto della luce artificiale, almeno che il mio messaggio, in un determinato scatto, necessiti una fonte di luce differente o più particolare.
Un esercizio che ti consiglio di fare – anche e soprattutto senza fotocamera in mano – è quello di osservare come cade la luce dalle finestre della tua casa (o del tuo luogo di lavoro) e capire quali sono gli orari della giornata in cui ce n’è di più e quali in cui ce n’è di meno, oppure ancora quali sono quelli in cui ti sembra più interessante. Puoi “prendere appunti” di luce scattando foto con lo smartphone, io lo faccio spesso (vedi foto qui sotto). Questo esercizio ti sarà utile per capire come sfruttare al meglio la luce per farsi foto da sola.
Vuoi ottenere degli effetti luce particolari? Continua a osservare, a capire come si muovono anche le ombre.
Due consigli in più: evita la luce solare diretta, dove le ombre risultano dure e con eccessivo contrasto (almeno che non sia l’effetto che cerchi) e utilizza un pannello di polistirolo o la tenda per schermare un po’ la luce e renderla più soffice.

come fere foto da sola deborah brugnera fotografa professionista

• Farsi foto da sola, sì ma attenzione alla composizione

Per ottenere una buona foto scattata in autonomia, devi tenere a mente le linee.
La composizione è davvero importantissima. Il mio consiglio è quello di inserire la griglia dei terzi nel mirino della tua fotocamera o del tuo smartphone, ti faciliterà il lavoro; ma non dimenticare di osservare e di mantenere le linee dritte.
Gli orizzonti storti non piacciono a nessuno!

come fare foto da sola deborah brugnera fotografa professionista

• Lasciati ispirare dalla tua quotidianità

Lascia perdere le bacheche di Pinterest e osserva ciò che ti circonda, quello che hai a disposizione, la tua quotidianità è tutto’altro che banale, credimi !
Prendi ispirazione da ciò che vedi attorno a te, dai tuoi oggetti preferiti, dalla natura che cambia nel tuo giardino, dai tuoi luoghi del cuore.
Lasciati ispirare da quello che senti, da quello che provi, da quello che leggi o che ascolti.
Questo renderà autentiche e oneste le tue immagini.
Lascia vagare la tua mente senza forzarla, così arriveranno le immagini migliori.
Senti la foto.

• Less is more

Questa è una delle mie regole base quando scatto, forse per il mio passato da grafica, fatto sta che per me il vuoto ha un ruolo importantissimo, può raccontare molto più di quello che pensi e aiuta a concentrasi sul soggetto e su dettagli importanti della foto senza perderne il senso.
Questo è il motivo per cui tante volte utilizzo solo un semplice muro bianco per i miei autoritratti, tante volte non serve davvero nient’altro.
Il consiglio qui che posso darti è di provare a impostare lo scatto che hai in mente, scattare e riguardalo: ci sono cose che posso togliere o a cui posso cambiare posizione o sostituire per renderlo migliore? Le cose che ho inserito hanno senso o le ho messe solo per riempire lo spazio? Rifai lo scatto e ripeti quest’operazione finché non ti senti soddisfatta.
N.B.: Vale per tutti i tipi di foto!

come fare un autoritratto deborah brugnera fotografa professionista

• Autoritratto VS Selfie

L’autoritratto non è un selfie, sono due cose ben distinte e nel realizzare una foto in autonomia questo concetto deve essere ben chiaro in mente prima di procedere con il farsi foto da sola.
L’autoritratto è un’indagine autentica di sé, sia a livello creativo che personale. È un confronto diretto con sé stessi e con le proprie emozioni, è un potentissimo strumento di scoperta.
Un selfie è la costruzione e la diffusione di un’immagine sociale che voglio dare agli altri, non c’è una ricerca, una volontà ma semplice voglia di apparire, di mostrare.

• Come farsi foto da sola: preparare un autoritratto

Online troverai milioni di articoli su come farsi un autoritratto, peccato che la maggior parte di loro di raccontino come farne uno senza entrare veramente in contatto con te. E, spoiler! Lo scopo di un autoritratto è proprio questo.
Come posso farmi un autoritratto da sola?
Per preparare un autoritratto che funzioni, che significhi qualcosa il mio consiglio è quello di andare in profondità, prendere questo momento davanti alla macchina fotografica come una possibilità per fermarci e imparare ad osservarci e ascoltarci. Non è semplice, non basta avere una fotocamera e un cavalletto, credo sia, invece, molto utile avere una guida in questo percorso.

Deborah Brugnera • una fotografa in ascolto • guardare oltre il percorso attraverso l'autoritratto • Fotografa professionista Conegliano Treviso Venezia Pordenone • servizi e percorsi fotografici dedicati alla persona

⚓︎ Bonus, aggiunta fuori dal coro → Prenditi del tempo per riflettere e chiediti: PERCHÈ VOGLIO FARMI DELLE FOTO DA SOLA? Cosa sto realmente cercando?
Sono qui, a leggere questo articolo perché non ho budget per un fotografo e voglio provare da sola? Sono qui perché credo che fare le foto da me mi dia qualcosa in più (a livello personale o al mio brand) o sto cercando qualcosa in più?

Questo momento riflessione credo sia il consiglio sul fare le foto da sola più utile che possa darti.
Come fotografa ho impostato il mio lavoro in percorsi, anche i servizi alla fine seguono questa modalità di lavoro in cui ti guido verso una direzione, ci muoviamo assieme e alla fine ne ricaviamo anche delle foto, ma nel percorso per arrivarci analizziamo vari punti, andiamo alla scoperta di chi sei ora e di dove stai andando.

Il mio ruolo non è solo realizzare belle foto, ma guidarti nell’esperienza e nell’approccio con la fotografia.
Questo fa la differenza.
Questo è il plus dell’affidarsi a un fotografo, dell’affidarsi a me.

Guardare Oltre e Deriva sono i miei percorsi, che dici…


Ci sentiamo?

Condividi l'articolo

Cercami nei social

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati